Installazione


Installazione di Apache per utenti Windows

Collegarsi ad sito Apache.org e cliccare su HTTP Server. Nella sezione Apache 2.2.22 Released cliccare download. Selezionare Win32 Binary (MSI Installer): apache_2.2.22-win32-x86-no_ssl.msi e scaricarlo in una apposita cartella c:\ApacheInstall.

Aprire la cartella c:\ApacheInstall e lanciare l'installazione.

Se si lasciano tutte le impostazioni di default viene creata la cartella C:\Programmi\Apache Software Foundation che a sua volta contiene la cartella Apache 2.2 in cui sono collocati tutti i files del server.

In particolare questa cartella contiene la cartella htdocs. Questa è la DocumentRoot, cioè la cartella nella quale andranno in seguito collocate le specifiche cartelle create dall'utente per accogliere i files delle proprie applicazioni.

Nella stessa cartella Apache 2.2 è collocata la cartella conf che contiene il file httpd.conf. Questo è un file di testo che contiene le istruzioni di configurazione di Apache. Il file può essere aperto e modificato con Notepad per adattare la configurazione alle proprie esigenze.

In questo file le righe che iniziano con '#' sono commenti, usati dagli autori per spiegare le istruzioni successive. Quindi non hanno efficacia operativa.

Agli utenti di sistemi Windows forniti di IIS, per evitare interferenze, conviene modificare l'istruzione Listen ..... in Listen 81, in quanto la porta 80, per default, è riservata a IIS. Negli esempi che verranno proposti si supporrà, salvo diverso avviso, che si sia impostata la porta 81.

 


Installazione di PHP per utenti Windows

Preparare le cartelle C:\PHPInstall e C:\Programmi\PHP.

Collegarsi al sito PHP for Windows. Nonostante queste implementazioni di PHP siano obsolete, esse sono ancora molto diffuse nei server. Le versioni più recenti possono creare difficoltà nelle connessioni in quanto le password sono cifrate in modo diverso. Nel riquadro Binaries and sources Releases cercare VC6 x86 Non Thread Safe (2011-Mar-22 13:28:39) e cliccare Zip [9.97MB]. Scaricare questo file in C:\PHPInstall e scompattare il contenuto in C:\Programmi\PHP.

Aprire la cartella C:\Programmi\PHP e cercare il file php.ini_recommended. Questo è un file di testo che contiene le istruzioni di configurazione di default di PHP. Il file può essere aperto e modificato con Notepad per adattare la configurazione alle proprie esigenze.

In questo file le righe che iniziano con ';' sono commenti, usati dagli autori per spiegare le istruzioni successive. Quindi non hanno efficacia operativa.

Salvare una copia di questo file con nome php.ini. Per permettere a PHP l'uso di MySql che sarà installato successivamente, aprire php.ini e cercare le righe

; Directory in which the loadable extensions (modules) reside.
;extension_dir = "./"

Dopo l'ultima scrivere

extension_dir = "c:/programmi/php/ext"

Cercare quindi le righe

;extension=php_mysql.dll
;extension=php_mysqli.dll

Per attivare queste due istruzioni, togliere il punto e virgola iniziale. Salvare e copiare la versione così corretta di php.ini in C:\Windows.

Ora, per permettere a Apache l'uso di PHP, bisogna riaprire il suo file di configurazione (usare Notepad) C:\Programmi\Apache Software Foundation\Apache 2.2\conf\httpd.conf.

Al termine della lunga fila di istruzioni che comincia con

LoadModule actions_module modules/mod_actions.so
LoadModule alias_module modules/mod_alias.so
LoadModule asis_module modules/mod_asis.so
LoadModule auth_basic_module modules/mod_auth_basic.so
#LoadModule auth_digest_module modules/mod_auth_digest.so
#LoadModule authn_anon_module modules/mod_authn_anon.so
......

aggiungere le seguenti

LoadModule php5_module "c:/programmi/php/php5apache2_2.dll"
AddType application/x-httpd-php .php
PHPIniDir "C:/programmi/php"

Salvare la versione di httpd.conf così corretta.

È anche necessario informare Windows sulla collocazione di PHP. A questo scopo, nel pannello di controllo, cliccare Sistema. Nell'interfaccia di Sistema cliccare Avanzate e quindi Variabili d'ambiente. Nel riquadro Variabili di sistema selezionare Path e quindi cliccare Modifica. Se il contenuto non termina con punto e virgola, aggiungerlo e quindi scrivere C:\Programmi\Php. Confermare tutto e riavviare Windows.

 


Controllo dell'installazione Apache-PHP

Usando un editor di testo (Notepad o anche il nostro Testi) redigere il seguente sorgente PHP

<?php
  phpinfo();
?>

I tags aperti da <? e chiusi da ?> contengono le istruzioni server side espresse in linguaggio PHP. phpinfo(); è una funzione predefinita di PHP.

Salvare questo file con nome info.php nella cartella C:\Programmi\Apache Software Foundation\Apache 2.2\htdocs.

Se tutto funziona a dovere, è possibile aprire questo file con il browser preferito scrivendo la seguente URL:

localhost:81/info.php

Il browser deve mostrare l'output di questa funzione che mostra i valori dei parametri di Apache e PHP. Accertarsi che nella prima sezione il parametro Configuration File (php.ini) Path abbia valore C:\WINDOWS

Sempre se tutto funziona a dovere, si potrebbe cominciare a scrivere pagine con l'uso di PHP, ma perché PHP possa lavorare sui database di MySql, bisogna installare anche quest'ultima risorsa.

 


Installazione di MySql

Preparare la cartella C:\MySqlInstall.

Collegarsi al sito MySql.com e cercare, in basso nella pagina, Downloads (GA). Cliccare questo link e, nella pagina che si apre, scaricare nella cartella preparata i files di installazione MySQL Community Server (attualmente Current Generally Available Release: 5.5.25) e MySQL Workbench (GUI Tool: attualmente Current Generally Available Release: 5.2.40) e attivare questi files.

Nella sequenza di videate che si succedono nei processi di installazione, lasciare tutti i valori di default. Per non complicarsi inutilmente la vita, fintanto che l'installazione è finalizzata all'esercitazione personale, alla richiesta di password scrivere 'password', che è facile da ricordare.

Al termine dell'installazione (con valori di default) risulta presente in C:\Programmi la cartella MySql contenente a sua volta le cartelle MySql Server 5.5 e MySql Workbench 5.2 CE. La prima di esse, nella sottocartella data contiene le cartelle per la gestione dei database.

Per controllare se Apache, PHP e MySql interagiscono nel modo desiderato, redigere con un editor di testo il seguente file

<?php
  $test = mysql_connect ("localhost","root","password" );
  if ($test > 0)
    echo "Va bene.";
  else
    echo "Non va.";
  mysql_close($test);
?>

Salvare questo file con nome testMySql.php nella cartella C:\Programmi\Apache Software Foundation\Apache 2.2\htdocs.

Aprire questo file con un browser scrivendo la seguente URL:

localhost:81/testMySql.php

e vedere la risposta.

Se tutto è installato a dovere, dal menù Programmi di Windows si potrà accedere alle varie funzioni di MySql, in particolare a MySql Workbench che permette di lavorare direttamente con i database di MySql (creare, popolare, ordinare, interrogare, ...) in modo abbastanza intuitivo e comunque ben documentato.

Ovviamente questi database sono installati nel proprio sistema locale. Se si vuole trasferirli su un server di rete e gestirli tramite funzioni PHP del server, bisogna anzitutto accertarsi che le versioni locale e del server di PHP siano compatibili, pena l'impossibilità di connettersi. Poi bisogna estrarre dal database interessato, tramite l'apposita funzione di Workbench, un file di testo in formato *.csv e trasferirlo con un programma di FTP.

Per convertire i database di Access in database di MySql e viceversa, vedere Conversione di database.